Come scegliere un manipolatore industriale

Come suggerito dal loro nome, i manipolatori industriali sono attrezzature destinate a movimentare carichi pesanti in modo rapido, pratico e sicuro. Efficienti e versatili, riducono lo sforzo richiesto dai lavoratori per eseguire operazioni come afferrare, sollevare, ruotare e posizionare i carichi.

La loro ergonomia fa sì che contribuiscano a ridurre il numero di incidenti sul lavoro, nonché il verificarsi di lesioni muscolo-scheletriche tra i lavoratori che svolgono compiti ripetitivi di manipolazione di pezzi o prodotti.

Vengono usati per:

– aumentare la produttività,

– facilitare lo svolgimento di compiti pesanti,

– prevenire gli incidenti sul lavoro.

Manipolatori industriali: accedi ai prodotti

  • Manipolatori industriali: quale scegliere?

    Manipolatore pneumatico Dalmec

    Per scegliere un manipolatore industriale adatto alle proprie esigenze è opportuno prendere in considerazione diversi criteri: peso del carico, dimensioni e forma del carico, tipo di movimento da effettuare, portata del manipolatore, tipo di azionamento e tipo di presa.

    • Peso del carico da spostare
      Il peso del carico da spostare è sicuramente il principale criterio di scelta. Prima dell’acquisto, è quindi indispensabile consultare le specifiche tecniche del manipolatore per accertarsi che sia compatibile con il carico da movimentare.
      Alcuni manipolatori, infatti, sono progettati per sollevare carichi leggeri, di poche decine di chili, mentre altri sono in grado di movimentare carichi di diverse quintali, e addirittura fino a 1,5 tonnellate.
    • Dimensioni e forma del prodotto da manipolare
    • Tipo di movimento da effettuare
      • Come dovrà essere movimentato il carico? Sarà necessario sollevarlo? Ruotarlo? Capovolgerlo?
    • Portata del manipolatore
      • I manipolatori industriali permettono di spostare un carico da un luogo all’altro. La portata del manipolatore dipenderà in gran parte dalle sue dimensioni.
      • Attenzione: a capacità di carico e portata maggiori corrisponderà un prezzo più elevato.
    • Tipo di azionamento del manipolatore
      • In termini di alimentazione potrete scegliere tra manipolatori idraulici, pneumatici, elettrici e manuali. La velocità, la forza, la precisione e l’ergonomia varieranno in base al tipo di azionamento.
      • La scelta dell’azionamento potrà essere condizionata anche dalle caratteristiche dell’ambiente in cui il manipolatore verrà usato.
      • Ad esempio, per un’area ATEX, cioè con atmosfera potenzialmente esplosiva, sarà opportuno scegliere un manipolatore pneumatico o idraulico.
    • Tipo di presa del manipolatore
      • A seconda degli oggetti che il manipolatore dovrà afferrare e movimentare, si potrà scegliere tra i seguenti modelli:
        • manipolatore a ventosa
        • manipolatore con trave di sollevamento a vuoto (bilanciere)
        • manipolatore con pinza
        • manipolatore con gancio
        • manipolatore con mandrino
        • manipolatore con magnete
        • manipolatore con cassa di trasporto
  • Che tipo di azionamento scegliere?

    I manipolatori industriali possono avere uno dei seguenti tipi di azionamento: pneumatico, idraulico, elettrico o manuale.

    Manipolatore automatico Atis

    1. Manipolatori pneumatici:
      • I manipolatori pneumatici sono più veloci e più facili da azionare rispetto a quelli elettrici e idraulici.
      • Hanno una capacità di carico inferiore rispetto ad altri tipi di manipolatori.
      • Vengono utilizzati spesso in ambienti ATEX, in quanto riducono il rischio di esplosione e di incendio.
    2. Manipolatori idraulici:
      • I manipolatori idraulici sono i manipolatori industriali con la più alta capacità di carico, ma offrono velocità e precisione minori.
    3. Manipolatori elettrici:
      • I manipolatori elettrici sono i più ergonomici e forniscono maggiore precisione di movimento rispetto ad altri modelli.
      • Attenzione: il loro utilizzo è vietato nelle zone ATEX.
    4. Manipolatori manuali:
      • I modelli manuali garantiscono maggiore fluidità di movimento e un’elevata precisione di posizionamento.
      • Hanno una velocità e una capacità di carico inferiori rispetto ai manipolatori idraulici.
  • Perché scegliere un manipolatore a vuoto?

    Manipolatore a vuoto per prodotti alimentari della marca Manibo

    I manipolatori industriali con presa tramite vuoto sono generalmente costituiti da tubi di sollevamento dotati di un terminale di aspirazione che trattiene il carico mediate vuoto e ne consente così la movimentazione.

    Come funziona un manipolatore con presa mediante vuoto?

    • I manipolatori a vuoto sono per lo più dei manipolatori a ventosa collegati a un generatore di vuoto.
    • La differenza di pressione, causata dal generatore di vuoto, fa sì che la ventosa aderisca all’oggetto da movimentare.

    Quali sono le loro applicazioni?

    • I manipolatori con presa mediante vuoto consentono una manipolazione facile ed ergonomica di lamiere, vetro e pannelli di plastica.
    • Possono essere utilizzati per tutti i tipi di carichi, come scatole di cartone, sacchi, pallet, ecc.
  • Quali sono i vantaggi di un manipolatore con braccio articolato?

    I manipolatori articolati offrono diversi vantaggi.

    Manipolatore pneumatico Movomech

    • Grande libertà e fluidità di movimento
      • Il braccio articolato permette all’operatore di muovere il carico in tutte le direzioni, facilitandone così anche il posizionamento.
      • Per questa ragione sarà opportuno prestare particolare attenzione alla portata massima del braccio articolato, che, in alcuni modelli, può raggiungere i 10 metri.
    • Maggiore rapidità di prensione e di rilascio del carico
      • Il braccio articolato è in grado di afferrare e rilasciare il carico molto rapidamente, senza mettere in pericolo la sicurezza dell’operatore.
    • Maggiore produttività
      • L’elevata produttività di questi manipolatori è dovuta alla loro velocità di sollevamento e movimentazione.
    • Facilità d’uso
  • Quale manipolatore industriale scegliere per quale tipo di prodotto?

    La scelta di un manipolatore industriale dipenderà dall’applicazione cui è destinato e, più precisamente, dal tipo di prodotto da movimentare:

    Manipolatore di bobine della marca Dalmec

    • Per la movimentazione di pallet vuoti, i manipolatori a forcella sono sicuramente i più adatti.
    • Anche per le bobine, i manipolatori a forcella rappresentano la soluzione ideale.
    • Per i fusti, si consiglia l’uso di un manipolatore a cavi o con braccio articolato.
    • Per i sacchi, è preferibile scegliere un manipolatore con braccio articolato, ad argano, a cavi, con pinza o con presa mediante vuoto.
    • Per casse e cartoni, scegliere un manipolatore con braccio articolato, ad argano, a cavi, con pinza o con presa mediante vuoto.
    • Infine, per la movimentazione di pannelli si raccomanda l’uso di un manipolatore con presa mediante vuoto.
  • Quale configurazione scegliere?

    I manipolatori sono disponibili in diverse configurazioni.

    Manipolatore a colonna della marca Indeva

    • Manipolatori a colonna
      • La scelta dipende essenzialmente dalle caratteristiche dell’ambiente in cui l’apparecchiatura verrà installata e dal lavoro che dovrà svolgere. I manipolatori a colonna vengono fissati a terra e montati su una colonna.
      • Sono più facili da installare e da usare rispetto ad altri manipolatori.
      • Sono più stabili.
      • Attenzione: trattandosi di apparecchiature fisse, non possono essere spostate e occupano più spazio.
    • Manipolatori sospesi
      • Vengono fissati al soffitto.
      • Non occupano spazio a terra.
      • Attenzione: devono necessariamente essere fissati in loco e non possono quindi essere spostati. Inoltre, poiché sono fissati al soffitto, è necessario prestare attenzione, per motivi di sicurezza, a quello che sarà il peso totale, rappresentato cioè da macchina più carico.
    • Manipolatori montati su rotaie aeree (con carrello)
      • Vengono fissati a un carrello che scorre lungo una rotaia fissata al soffitto.
      • Si distinguono per una maggiore autonomia.
      • La loro installazione ha un costo maggiore.
      • Attenzione: sorvegliare il peso totale rappresentato da manipolatore più carico.
  • È meglio acquistare un manipolatore su misura o un manipolatore standard?

    Innanzitutto è essenziale scegliere un manipolatore industriale che sia perfettamente adatto all’uso previsto e che garantisca la sicurezza dei dipendenti, la produttività e che preservi la qualità del prodotto.

    In certi casi un sistema di manutenzione standard sarà una soluzione più che soddisfacente, mentre in altri casi sarà necessario ordinare un manipolatore su misura.

    Ognuna di queste opzioni ha i suoi pro e contro.

    Manipolatori standard

    • Oltre ad essere più facili da installare, sono meno costosi e offrono un miglior rapporto qualità-prezzo rispetto ai manipolatori progettati e costruiti su misura.
    • Questa soluzione non sempre, però, è adatta a tutte le esigenze. Ad esempio, tra i manipolatori standard in vendita sul mercato potrebbe non esserci un modello che abbia il raggio d’azione desiderato, nel qual caso l’operaio, essendo costretto a terminare il lavoro manualmente, sarà esposto a un maggiore rischio di infortuni.
    • Il ritmo di produzione, inoltre, potrebbe risultarne rallentato.

    Manipolatori su misura

    • Corrispondono esattamente alle esigenze del lavoro da svolgere.
    • L’organo prensile può essere progettato in maniera da essere perfettamente compatibile con l’oggetto da movimentare.
    • Rendono più sicure le condizioni di lavoro degli operatori.
    • Si adattano perfettamente alle esigenze di produzione. In altre parole, consentono di eseguire gli ordini più rapidamente, senza che gli operatori debbano intervenire manualmente per completare determinate operazioni, e permettono quindi di mantenere il ritmo di produzione desiderato.
    • Sono più costosi dei manipolatori standard.
    • La loro progettazione e costruzione richiede tempo e di conseguenza non possono essere consegnati immediatamente.
  • Perché scegliere un manipolatore piuttosto che un sistema di manipolazione robotica?

    • Il manipolatore è la principale attrezzatura destinata a facilitare le operazioni ripetitive e pensanti.
    • La sua installazione è meno costosa di un sistema di manipolazione robotizzata.
    • Il suo uso non richiede alcuna conoscenza in materia di programmazione.
    • L’integrazione di un manipolatore su una linea di produzione è più semplice di quella di un sistema robotizzato.
    • Lo svantaggio dei manipolatori industriali è che, non essendo autonomi come i robot, non permettono di automatizzare completamente lo svolgimento delle operazioni.
Guide correlate
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *