Come scegliere una chiave dinamometrica

Le chiavi dinamometriche sono strumenti usati per stringere bulloni e dadi, ai quali la chiave applica una coppia di serraggio precisa, indicata dal produttore e sempre espressa in Newton-metri (N⋅m).

Poiché la coppia di serraggio nei giunti bullonati è di estrema importanza, il principale criterio di scelta di una chiave dinamometrica sarà proprio l’intervallo di coppia. Se la coppia applicata è troppo bassa, infatti, gli elementi assemblati tenderanno col tempo ad allentarsi e correranno il rischio di staccarsi, soprattutto qualora siano sottoposti a vibrazioni; una coppia troppo alta, invece, porterà a un serraggio eccessivo, che potrebbe provocare la rottura degli elementi di fissaggio.

Chiavi dinamometriche: vedi i prodotti

  • Quali sono i vari tipi di chiavi dinamometriche?

    Chiave dinamoetrica manuale a scatto Paoli

    Chiave dinamometrica manuale a scatto Paoli

    Esistono due tipi principali di chiavi dinamometriche: quelle a scatto e quelle a lettura diretta.

    Le chiavi dinamometriche a scatto indicano quando il valore di coppia, impostato prima della misurazione, viene raggiunto. Nel caso delle chiavi dinamometriche a scatto regolabili il valore di coppia viene impostato dall’utilizzatore, che può sceglierlo all’interno dell’intervallo di coppia della chiave.

    Le chiavi a lettura diretta, invece, mostrano il valore della coppia al momento stesso della misurazione.

    Tipi di chiavi dinamometriche:

    Chiavi dinamometriche a scatto

    Chiavi dinamometriche a lettura diretta

  • Quali sono le diverse tecnologie utilizzate nelle chiavi dinamometriche?

    Le chiavi dinamometriche possono essere manuali, elettriche, idrauliche o pneumatiche. Indipendentemente dalla tecnologia, sarà necessario procedere a una taratura della chiave prima dell’utilizzo.

    Chiavi dinamometriche manuali

    Si tratta delle chiavi dinamometriche che trovano maggior impiego.

    Vantaggi:

    • Sono più economiche.
    • Sono facili da usare: non dovremo far altro che impostare la coppia di serraggio e girare la chiave sull’elemento da stringere fino a raggiungere il valore di scatto.

    Svantaggi: 

    • Non sono compatibili con coppie di serraggio elevate, ossia dell’ordine di diverse centinaia di N⋅m.

    Da notare:

    • Sul mercato troviamo modelli più economici, in cui il valore di coppia viene selezionato girando un’apposita maniglia. In questi modelli i valori si presentano sotto forma di scala graduata sull’impugnatura della chiave stessa.
    Chiave dinamometrica STEALTH

    Chiave dinamometrica idraulica STEALTH

    Chiavi dinamometriche elettriche e chiavi dinamometriche idrauliche

    Le chiavi elettriche e idrauliche semplificano le operazioni di serraggio.

    Vantaggi:

    • Rendono possibile un aumento del ritmo di lavoro in quanto permettono di accelerare il serraggio.
    • Sono adatte per coppie elevate (fino a diverse migliaia di N⋅m), che sarebbero impossibili da raggiungere manualmente.
    • Permettono di procedere al serraggio e di controllare la coppia allo stesso tempo.

    Svantaggi: 

    • Sono molto costose.
    • Sono più difficili da usare, soprattutto quelle idrauliche.

    Chiavi dinamometriche pneumatiche

    Le chiavi dinamometriche pneumatiche possono essere considerate a metà strada tra le chiavi manuali e quelle elettriche e idrauliche. Trovano ampio impiego nelle officine industriali nonché in quelle meccaniche. In queste ultime, ad esempio, vengono usate spesso per realizzare il serraggio preciso delle ruote delle automobili.

    Vantaggi:

    • Il serraggio è veloce.

    Svantaggi: 

    • Non permettono di raggiungere coppie elevate.

    Da notare:

    • Per poter usare queste chiavi è necessario disporre di una fonte di aria compressa.

    Tecnologie:

    Chiavi dinamometriche manuali

    Chiavi dinamometriche elettriche e idrauliche

    Chiavi dinamometriche pneumatiche

  • Quale chiave dinamometrica scegliere a seconda dell'applicazione?

    Le chiavi dinamometriche vengono utilizzate in tutti i settori industriali in cui è necessario realizzare operazioni di avvitamento (settore automobilistico, aerospaziale, ecc.). Ecco alcuni esempi delle loro applicazioni:

    Serraggio e disserraggio delle ruote delle automobili

    Le chiavi dinamometriche sono ampiamente utilizzate nell’industria automobilistica per stringere e allentare le ruote dei veicoli.

    La coppia di serraggio da applicare alle ruote delle automobili è compresa tra 60 e 80 N⋅m. Durante l’operazione di serraggio l’utilizzatore dovrà impugnare la chiave alla sua estremità ed esercitare su di essa una pressione di 25 kg. Come visto nella sezione precedente di questa guida, le chiavi dinamometriche pneumatiche sono la soluzione ideale per questo tipo di operazioni.

    Serraggio della testa del cilindro nei motori a combustione

    La testata di un motore a combustione interna, per permettere al motore di funzionare correttamente, non deve essere né troppo stretta né troppo poco. 

    La coppia di serraggio deve situarsi tra 60 e 90 N⋅m.

    Serraggio dei dadi del mozzo

    Anche i dadi del mozzo richiedono una coppia di serraggio molto precisa, compresa tra 100 e 200 N⋅m. Con una chiave dinamometrica elettrica o una chiave dinamometrica idraulica è possibile raggiungere questa coppia di serraggio senza correre il rischio di danneggiare il pezzo.

Guide correlate
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.