Come scegliere una macchina da taglio

Le macchine da taglio sono costituite da un tavolo e da un ponte con una testa di taglio. Utilizzate per tagliare lamiere, lastre, profilati e pannelli, sfruttano, a seconda del modello, diverse tecnologie di taglio, come il taglio laser, a getto d’acqua, al plasma, ecc. La scelta della tecnologia dipenderà dal materiale da tagliare e dalle esigenze di produzione.

In questa guida non verranno trattate le segatrici.

Macchine da taglio: accedi ai prodotti

  • Macchine da taglio: quale scegliere?

    Per scegliere una macchina da taglio è necessario innanzitutto prendere in considerazione le principali caratteristiche del materiale o dei materiali da tagliare. Questo perché le macchine da taglio per metalli, le macchine da taglio per materie plastiche, le macchine da taglio per tessuti e le macchine da taglio per legno, per citare solo alcuni esempi, non si avvalgono della stessa tecnologia.

    Inoltre, è necessario assicurarsi che la macchina possa raggiungere lo spessore di taglio desiderato e che la superficie del tavolo sia adatta alle dimensioni dei pezzi da lavorare. Infine, per scegliere la tecnologia di taglio più adatta alle proprie esigenze, sarà necessario prendere in considerazione la precisione, la qualità di taglio e la produttività della macchina.

  • Quali sono le principali tecnologie di taglio?

    Per tagliare i metalli è possibile scegliere tra taglio laser, taglio al plasma, ossitaglio e taglio per elettroerosione. Per i materiali rigidi, metallici e non, è possibile utilizzare una macchina da taglio a getto d’acqua, capace di tagliare spessori significativi. Per materiali flessibili come tessuti, pelle, plastica flessibile, carta o cartone, la macchina da taglio a coltello è una buona opzione.

    La seguente tabella riassume la compatibilità delle diverse tecnologie con i principali materiali:

    Plasma Laser Getto d’acqua Elettroerosione
    (EDM)
    Ossitaglio Lama
    Acciaio x x x x x
    Acciaio inossidabile x x x x x
    Alluminio x x x x x
    Rame x x x x
    Ottone x x x x
    Plastica dura x x
    Plastica morbida x x
    Cuoio x x x
    Tessile x x x
    Vetro x x
    Ceramica x x
    Legno x
  • Quando scegliere una macchina da taglio laser?

    Macchina da taglio laser della marca Farley Laserlab

    Le macchine da taglio laser sfruttano il calore emesso da un fascio laser guidato da una serie di specchi o da fibre ottiche. A seconda del tipo di laser, la macchina potrà tagliare materiali diversi.

    • Le macchine da taglio laser CO2 sono destinate al taglio della plastica, della schiuma, del vetro, del legno, dei tessuti e dell’acciaio dolce. Il laser CO2, tuttavia, non è in grado di tagliare i materiali dalla superficie riflettente, come il rame e l’ottone.
    • Le macchine da taglio con laser a fibra, più potenti, sono riservati al taglio delle lamiere, dell’acciaio (compreso l’acciaio inossidabile), dell’alluminio e di alcune materie plastiche.

    Il taglio laser permette di lavorare materiali diversi con lo stesso utensile, ossia semplicemente configurando le impostazioni del laser. Si tratta di un taglio molto preciso, ideale per contorni complessi. Queste macchine possono raggiungere velocità di taglio elevate, a seconda del materiale da tagliare. Le macchine da taglio laser sono completamente automatiche e riducono al minimo l’intervento umano, il che a sua volta riduce notevolmente il rischio di incidenti sul lavoro.

    Il principale limite di queste macchine è la ridotta profondità di taglio, che non supera i 25 millimetri. Le principali applicazioni del taglio laser, di conseguenza, sono la produzione di lamiere, specialmente per l’industria automobilistica, e di telai metallici (per quadri elettrici, computer, ecc.) Per i pezzi di spessore superiore a 25 mm, il taglio al plasma è decisamente più adatto. Poiché il raggio laser applica una grande quantità di calore su una piccola area, può causare una deformazione significativa.

    Le macchine da taglio laser producono emissioni gassose e, di conseguenza, dovranno necessariamente essere utilizzate in ambienti che godono di una ventilazione adeguata.

     

    Principali caratteristiche:

    • Elevata precisione di taglio
    • Alta velocità
    • Buona qualità di taglio
    • Basso livello sonoro
    • Basse vibrazioni
  • Quando scegliere una macchina da taglio al plasma?

    Macchina da taglio al plasma della marca Voortman

    Le macchine da taglio al plasma sono utilizzate solo per pezzi in metalli ferrosi (acciaio, acciaio inossidabile, ecc.) e non ferrosi (ottone, rame, alluminio, ecc.) con uno spessore massimo di 160 mm.

    La velocità del taglio al plasma è superiore a quella del taglio laser per le lamiere di medio o grande spessore e a quella dell’ossitaglio per le lastre medie o sottili. Più in generale, il taglio al plasma è particolarmente adatto per le lamiere più spesse.

    Il principio del taglio al plasma è abbastanza simile a quello della saldatura TIG: si genera un arco elettrico che ionizza il gas proiettato attraverso l’ugello della torcia tra l’elettrodo e il pezzo da tagliare. I gas più comunemente usati nel taglio al plasma sono aria, argon, azoto, ossigeno e idrogeno. Indipendentemente dal gas utilizzato, l’ugello della torcia e l’elettrodo devono essere sostituiti regolarmente. Per un uso occasionale è possibile ricorrere a modelli portatili, più pratici.

    A causa del calore che genera e dei fumi del metallo vaporizzato, il taglio al plasma può essere eseguito solo in luoghi molto ben ventilati o all’aperto.

    Principali caratteristiche:

    • Taglio di pezzi metallici con spessore fino a 160 mm
    • Alta velocità
    • Necessità di una buona ventilazione
    • Sostituzione frequente dell’ugello e dell’elettrodo
  • Quando usare una macchina da taglio a getto d'acqua?

    Macchina da taglio a getto d’acqua della marca LDSA

    Le macchine da taglio a getto d’acqua sfruttano la pressione dell’acqua e sono in grado di tagliare materiali fino a 600 mm di spessore, ad eccezione del vetro temperato, che si romperebbe per effetto della pressione. Tuttavia, per mantenere una buona velocità e precisione di taglio, si consiglia di limitare l’uso di queste macchine a pezzi di spessore non superiore a 200 mm.

    Per il taglio di materiali rigidi è necessario utilizzare una miscela di acqua e abrasivo. Per i materiali meno duri, invece, ossia quelli che possono essere tagliati con una lama, è possibile ricorrere ad acqua pura. L’assenza di abrasivo, in questo caso, prolungherà la durata di vita degli utensili.

    Il taglio a getto d’acqua non deforma il pezzo in lavorazione in quanto non vi è alcun aumento di temperatura e permette di ottenere una finitura di alta qualità. Tuttavia, è un processo abbastanza rumoroso.

    Inoltre, nonostante il taglio sia abbastanza veloce in linea retta, la velocità dell’operazione diminuisce ad ogni cambio di direzione.

    Pur essendo meno costose dei modelli a laser, le macchine da taglio a getto d’acqua rappresentano pur sempre un investimento significativo.

    Principali caratteristiche:

    • Estremamente versatile, taglia tutti i tipi di materiali
    • Nessuna deformazione del pezzo in lavorazione
    • Alto livello sonoro
    • Bassa velocità quando il taglio non è rettilineo
  • Quando scegliere una macchina da ossitaglio?

    Macchina da ossitaglio della marca Voortman

    Le macchine da ossitaglio applicano un getto di ossigeno puro sul metallo, generando una fusione dello stesso. Questa tecnica può essere utilizzata solo su alcuni tipi di acciaio, ma permette di tagliare lamiere di uno spessore fino a 400 mm.

    L’ossitaglio è un processo relativamente lento. Alcune macchine, tuttavia, essendo dotate di diverse torce a ossicombustibile che funzionano contemporaneamente, hanno un rendimento più elevato.

    Principali caratteristiche:

    • Utilizzazione limitata all’acciaio
    • Spessore di taglio fino a 400 mm
    • Bassa velocità di taglio
  • Quando usare una macchina da taglio ad elettroerosione (EDM)?

    Macchina da taglio ad elettroerosione della marca Makino

    Le macchine da taglio ad elettroerosione, note anche come macchine da taglio EDM, sono utilizzate per la lavorazione di materiali conduttivi e offrono un taglio di grande precisione su pezzi di uno spessore non superiore ai 300 mm. Il loro principio di funzionamento è quello di rimuovere del materiale dal pezzo in lavorazione mediante scariche elettriche fino a tagliarlo.

    Queste macchine sono particolarmente adatte al taglio di metalli molto duri, come gli acciai temprati.

    Principali caratteristiche:

    • Elevata precisione di taglio
    • Utilizzazione limitata ai metalli
    • Taglio di metalli molto duri
  • Quando scegliere una macchina da taglio a lama?

    Macchina da taglio a lama della marca Eastman

    Le macchine da taglio a lama, o macchine da taglio a coltello, sono destinate al taglio di pezzi in materiali flessibili, come ad esempio tessuto, pelle e vinile, e di spessore non superiore a 50 mm. Per spessori maggiori, si consiglia di utilizzare macchine da taglio a getto d’acqua.

    Queste macchine eseguono tagli di alta precisione, ma l’utensile da taglio, cioè il coltello, deve essere sostituito regolarmente.
    I modelli a lama trovano impiego anche nel taglio di materiali da imballaggio, come carta, cartone e cartoncino.

    Principali caratteristiche:

    • Utilizzazione limitata ai materiali flessibili
    • Spessore di taglio inferiore a 50 mm
    • Alta precisione di taglio
    • Sostituzione regolare del coltello
Guide correlate
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *