Come scegliere un trasportatore

La necessità di ridurre i costi e di accelerare la capacità produttiva ha portato all’automazione delle operazioni di movimentazione e allo sviluppo e alla diffusione dei trasportatori, o convogliatori, che sono una delle principali attrezzature usate in questo ambito. La presente guida tratta i tipi di trasportatori più comuni, sia in termini di tecnologia che di configurazione.

Trasportatori: vedi i prodotti

  • Trasportatori: quale scegliere?

    I criteri da considerare per scegliere un trasportatore adatto alle proprie esigenze sono diversi.

    Il criterio più importante è sicuramente la capacità di carico del trasportatore. In seguito, sarà necessario pianificare il percorso di trasporto che dovrà seguire il carico e valutare i modelli di trasportatori compatibili con tale percorso. Altrettanto importanti per la scelta di un trasportatore sono anche le caratteristiche dei prodotti da trasportare, in particolare il peso, il volume e il tipo di prodotti (prodotti sfusi o confezionati, ad esempio). Inoltre, sarà opportuno scegliere la tecnologia più adatta e, per finire, si dovrà tener conto dello spazio disponibile per l’installazione del trasportatore. Ad esempio, qualora non ci sia abbastanza spazio per installare un sistema di trasporto a terra, si potrà optare per un trasportatore aereo.

    Principali criteri di selezione:

    • Capacità di carico
    • Caratteristiche dei prodotti da trasportare
    • Percorso di trasporto
    • Tecnologia di trasporto
    • Spazio disponibile
  • Quando scegliere un trasportatore a nastro?

    Trasportatore a nastro Transnorm System

    Il trasportatore a nastro, detto anche nastro trasportatore, trasportatore a cinghia e, talvolta impropriamente, convogliatore a nastro, permette di spostare carichi leggeri.

    La sua configurazione varia a seconda del tipo di nastro utilizzato (materiale, struttura, spessore, larghezza) e della posizione del motore (ad una estremità, al centro, a sinistra, a destra, sotto il trasportatore, ecc.) I nastri trasportatori sono progettati specificamente per resistere a temperature molto elevate.

    I modelli dotati di nastro rigido in resina acetalica, in particolare, sono in grado di trasportare carichi più pesanti. A differenza delle rulliere, i trasportatori a nastro sono adatti al trasporto sia di prodotti sfusi che di prodotti confezionati.

  • Che tipo di nastro trasportatore scegliere?

    Esistono diversi tipi di trasportatori a nastro:

    • Trasportatori a nastro liscio: sono i trasportatori più utilizzati. Possono spostare, ad esempio, pezzi, colli singoli e merce sfusa.
    • Trasportatori a nastro modulari: possono essere considerati un modello a metà strada tra i trasportatori a nastro e quelli a catena. I nastri modulari sono costituiti da elementi in plastica, solitamente uniti tra loro da cerniere. Essendo realizzati in materiali più resistenti, possono trasportare pezzi pesanti e abrasivi, ad alta temperatura o con spigoli vivi. A differenza dei trasportatori a catena, i trasportatori a nastro modulari sono facili da pulire e gli elementi del nastro danneggiati possono essere sostituiti rapidamente e facilmente. Sono anche più facili da installare.

    Esistono, per finire, altri tipi di nastri trasportatori, come i nastri trasportatori a tapparella (o convogliatori a tapparella), i nastri trasportatori a rete metallica, ecc.

  • Quando scegliere una rulliera?

    Rulliera SIDEL

    Le rulliere, o trasportatori a rulli, vengono utilizzate per spostare dei prodotti imballati. Il loro principale vantaggio è che possono essere regolate in altezza e inclinazione. Inoltre, richiedono poca manutenzione. Le rulliere rappresentano una soluzione ergonomica e lavabile, adatta a prodotti che abbiano una superficie sufficientemente grande da poggiare su almeno tre rulli.

    I fattori da considerare nella scelta di un trasportatore a rulli sono i seguenti:

    • Le caratteristiche dei prodotti da trasportare, più precisamente il loro tipo, dimensioni e peso.
    • Il settore di attività in cui la rulliera sarà utilizzata. Se si desidera acquistare una rulliera per l’industria agroalimentare, ad esempio, sarà opportuno optare per un modello con rulli in acciaio inossidabile.
    • Il percorso di trasporto, per decidere se sia necessario optare per un trasportatore rettilineo o curvo (le rulliere possono descrivere percorsi più complessi rispetto ai trasportatori a nastro).
    •  Il tipo di azionamento della rulliera, che può essere manuale (rulliera folle), a gravità o motorizzata.
  • Che tipo di rulliera scegliere?

    Esistono diversi tipi di rulliere:

    • Rulliere folli, o trasportatori a rulli folli: facilitano la movimentazione del carico, che viene spinto da un operatore.
    • Rulliere a gravità, o trasportatori a rulli a gravità: hanno un funzionamento simile a quello dei trasportatori a rulli liberi, ma un’inclinazione che permette loro di sfruttare la forza di gravità per muovere i prodotti. Grazie ad una leggera pendenza (tra l’1,5% e il 5%) e al peso dei prodotti, i rulli imprimono movimento ai carichi. Le rulliere a gravità sono adatte per prodotti con base piana e rigida.
    • Rulliere motorizzate, o trasportatori a rulli motorizzati: i rulli trasportatori sono azionati da un motore.
  • Quando scegliere un trasportatore a catena?

    Trasportatore a catena SpanTech

    Questo tipo di trasportatore è destinato, in particolare, alla movimentazione di carichi pesanti, come i pallet, che non possono essere movimentati usando un trasportatore a rulli. Qualora si debbano movimentare prodotti di piccole dimensioni o scarsamente rigidi, sarà necessario optare per un modello con più catene. Sul mercato esistono trasportatori con due, tre, quattro e anche cinque o più catene.

    I trasportatori a catena si distinguono per il numero e il materiale delle catene (acciaio, acciaio inossidabile, plastica) che li compongono, nonché per la robustezza della loro struttura portante, generalmente saldata meccanicamente e quindi più adatta ai carichi pesanti.

    A differenza dei trasportatori a nastro e delle rulliere, i trasportatori a catena possono essere sopraelevati: si tratta dei trasportatori aerei, che verranno trattati nella sezione seguente.

  • Quando scegliere un trasportatore aereo?

    Trasportatore aereo T M T

    I trasportatori aerei, o convogliatori aerei, sono fissati al soffitto e consistono in un sistema di binari, o rotaie, su cui scorre, ad esempio, un vagone appeso a una catena per mezzo di un gancio di carico. Vengono utilizzati per spostare dei carichi sospesi da un punto A a un punto B e trovano impiego in molti settori industriali, come la metallurgia, il trattamento delle superfici (ad es. nelle cabine di verniciatura), l’industria automobilistica, ecc.

    I trasportatori aerei offrono diversi vantaggi:

    • Installazione su misura
    • Scarso ingombro a terra
    • Poca manutenzione
    • Minore rischio di incidenti
Guide correlate
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.