Come scegliere delle ruote industriali

Utilizzate su mezzi come carrelli e piattaforme di trasporto, le ruote industriali, dette anche rotelle, facilitano la movimentazione di carichi più o meno pesanti (persone, macchine, pallet, ecc.).

Le ruote possono essere fisse o girevoli, realizzate in materiali più o meno rigidi, e avere varie dimensioni. In generale, sono costituite da elementi in plastica, metallo, gomma e/o poliuretano.

Di largo impiego, vengono usate in tutti i settori industriali, dove servono, ad esempio, per la preparazione degli ordini o per movimentare dei pezzi in una linea di produzione.

Ruote industriali: vedi i prodotti

  • Ruote industriali: quali scegliere?

    Ruota girevole TENTE

    In ambito industriale la scelta si baserà su fattori come carico massimo, velocità di lavoro, tipo di pavimentazione e condizioni ambientali di utilizzo.

    • Carico massimo: per calcolare il carico che peserà su ogni ruota, aggiungere un fattore di sicurezza del 30% al peso massimo previsto e dividere per 3. Qualora si debbano trasportare carichi in condizioni di equilibrio precario, effettuare il calcolo con un fattore del 300% invece che del 30%.
    • Velocità di lavoro: tenere conto della velocità a cui dovrà moversi il mezzo a cui verranno applicate le ruote in questione, nonché di quello che sarà il tempo di utilizzo ininterrotto a una determinata velocità. Per maggiore sicurezza, è preferibile optare per ruote che resistano all’uso in condizioni di carico massimo, massima velocità e massimo tempo di utilizzo.
    • Tipo di pavimentazione su cui verranno utilizzate le ruote: per esempio, pavimentazione bagnata o asciutta, in calcestruzzo o in cemento, dalla superficie irregolare o liscia.
    • Condizioni ambientali: determinare se il mezzo a cui verranno applicate le ruote verrà utilizzato all’interno oppure all’esterno, dove le temperature potranno essere molto alte o molto basse, e in ambienti con un alto grado di umidità o dove esista un rischio di esplosione.
  • Ruote fisse o girevoli? Quali scegliere?

    Ruote fisse Blickle Räder+Rollen

    Le ruote girevoli sono montate su un supporto girevole a 360º. Sul mercato sono disponibili modelli con e senza freni. Il vantaggio di queste ruote è che permettono di spostare il carico in qualsiasi direzione. Tuttavia, ad alte velocità offrono meno stabilità al mezzo a cui vengono applicate, e quindi al carico.

    Le ruote fisse, invece, sono costituite da una ruota montata su un supporto fisso e, di conseguenza, possono muoversi solo in linea retta. Il grande vantaggio di questi modelli è che offrono una maggiore stabilità direzionale rispetto alle ruote girevoli, soprattutto a velocità più elevate

  • Come posizionare le ruote?

    Le ruote possono essere disposte secondo varie configurazioni, che possono anche combinare ruote fisse e girevoli. Di seguito sono riportate le principali configurazioni e i loro vantaggi:

    Tipo di configurazione Caratteristiche Vantaggi
    2 ruote girevoli
    2 ruote fisse
    Configurazione più comune
    Per carichi pesanti
    Trasporti di lunga percorrenza
    Prezzo accessibile
    Maggiore stabilità in linea retta
    4 ruote fisse Per carichi leggeri
    Configurazione sconsigliata per le rampe
    Configurazione economica
    4 ruote girevoli Per lo spostamento laterale dei carichi Configurazione versatile
    2 ruote girevoli
    2 ruote fisse
    (disposizione a rombo)
    Configurazione sconsigliata per le rampe Alta manovrabilità
    4 ruote girevoli
    2 ruote fisse
    Per carichi molto pesanti
    Trasporti di lunga percorrenza
    Le due ruote fisse consentono di distribuire il peso del carico sulle quattro ruote girevoli.
  • Quale rivestimento scegliere?

    La parte della ruota che entra in contatto con il pavimento si chiama rivestimento o anche battistrada.

    Ruote in poliuretano TORWEGGE

    Qui di seguito elenchiamo le principali opzioni disponibili sul mercato:

    La scelta del materiale dipenderà da diversi criteri:

    • carico massimo (somma del peso del carico e tara del mezzo)
    • natura e condizioni della pavimentazione (dislivelli, superficie accidentata, possibile presenza di olio o di grassi)
    • forza necessaria per avviare e continuare la trazione del mezzo
    • ergonomia
    • velocità di spostamento
    • assorbimento di urti e vibrazioni
    • livello di rumorosità

    La seguente tabella descrive i vari tipi di rivestimenti e le loro caratteristiche principali.

    Tipo di rivestimento Capacità di carico Manovrabilità/ Resistenza Forza di spinta Ergonomia / Rumorosità Assorbimento degli urti
    Ruota in gomma piena semielastica Buona Ottima su pavimentazioni irregolari
    Media resistenza agli oli
    Debole Ottima
    Molto silenziosa
    Ottimo
    Ruota in gomma sintetica Buona Buona su pavimentazioni irregolari
    Media resistenza agli oli
    Media Buona
    Silenziosa
    Medio
    Ruota in gomma piena superelastica Ottima Ottima su pavimentazioni irregolari
    Media resistenza agli oli
    Debole Ottimo
    Molto silenziosa
    Ottimo
    Ruota in poliammide nylon Ottima Scarsa su pavimentazioni irregolari
    Grande resistenza agli oli
    Molto debole Media
    Molto rumorosa
    Scarso
    Ruota pneumatiche Scarsa Ottima su pavimentazioni irregolari
    Media resistenza agli oli
    Molto elevata Ottima
    Molto silenziosa
    Ottimo
    Ruota in poliuretano iniettato Ottima Ottima su pavimentazioni irregolari
    Ottima resistenza agli oli
    Molto debole Ottima
    Silenziosa
    Buono
  • Che tipo di mozzo scegliere?

    Ruote con cuscinetti a sfere SUGATSUNE KOGYO

    Esistono diversi tipi di mozzi, destinati a ridurre la frizione delle ruote durante il movimento. Tra questi, i più comunemente usati sono i mozzi a foro passante, i mozzi con cuscinetti a sfera e quelli con cuscinetti a rulli.

    Mozzo a foro passante

    • È il tipo di mozzo più semplice.
    • Realizzato in poliammide, non richiede manutenzione ed è resistente agli urti e alla corrosione.
    • Le ruote con foro passante sono indicate per i mezzi che non devono essere movimentati con frequenza.

    Cuscinetti a sfere

    • Sono costituiti da due anelli tra i quali ruotano delle sfere di acciaio temprato.
    • Vengono utilizzati in coppia.
    • Supportano solo carichi radiali.
    • Offrono buone proprietà di scorrimento con carichi pesanti e ad alte velocità.

    Cuscinetti a rulli

    • Sono i cuscinetti più utilizzati nel settore industriale.
    • Non sono costituiti da sfere, ma da rulli alloggiati in una gabbia.
    • Rappresentano la migliore soluzione se il mezzo è destinato a trasportare carichi pesanti per lunghi periodi di tempo.
    • Sono resistenti e richiedono poca manutenzione.
Guide correlate
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.